• L'appello di papa Francesco

    No alla logica dello scarto

    "È necessaria una risposta comune, concertata da tutti i Paesi, senza preclusioni e nel rispetto di ogni legittima istanza, sia degli Stati, sia dei migranti e dei rifugiati”, ha detto Bergoglio che ha espresso preoccupazione per il riapparire di nazionalismi e populismi.

    Per saperne di più
    No alla logica dello scarto
  • Le parole di papa Francesco

    Ascoltare il grido dei poveri

    “Il credente tende la mano, come fa Gesù con lui”, ha scandito Bergoglio ricordando che “vivere la fede a contatto coi bisognosi non è un’opzione sociologica, non è la moda di un pontificato".

    Per saperne di più
    Ascoltare il grido dei poveri
  • Iniziativa straordinaria della Conferenza Episcopale Italiana

    Liberi di partire, liberi di restare

    I flussi migratori nel mondo sono in costante aumento: oltre 250 milioni di persone ogni anno si mettono “in cammino”, anche in condizioni tali da mettere a rischio la propria vita.

    Per saperne di più
    Liberi di partire, liberi di restare

I progetti

Dove interveniamo

22
Paesi Coinvolti
22
Progetti Totali
10,7 m
Finanziamenti Concessi

News

La Campagna

A.A.A nuovi progetti cercasi

A.A.A nuovi progetti cercasi

Le diocesi che non l’hanno ancora fatto possono presentare un progetto nel campo dell’accoglienza e dell’integrazione entro il 31 gennaio 2019.

Un Tavolo Migrazioni anche nelle diocesi

Un Tavolo Migrazioni anche nelle diocesi

Da mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei, l’appello per una pastorale unitaria che promuova riflessioni e azioni, attenzione a livello educativo ed interventi concreti di solidarietà.

Tema del mese

Pace

La corruzione, madre dei vizi

La corruzione, madre dei vizi

“Invece di lavorare sulle cause dei mali e trovare risposte, si vogliono eliminare le vittime: con le migrazioni sta accadendo questo a ogni latitudine della terra”, denuncia don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Cei.

Pace a questa casa…comune

Pace a questa casa…comune

Dopo la firma del Global Compact, “il 2019 può esser l’anno in cui la responsabilità condivisa di tutti, a diversi livelli, trasforma questo patto in un’azione effettiva e incisiva”, sottolinea padre Camillo Ripamonti, presidente del Centro Astalli che auspica che “anche l’Italia voglia partecipare attivamente a questo importante cambiamento”.

Un metodo vincente

Un metodo vincente

“La fabbrica del nemico è in grande forma: continua a giustificare la lontananza tra gruppi e appartenenze, siano esse politiche, etniche, culturali e religiose”. Occorre invece uscire da questo “inganno planetario”, afferma Franco Vaccari, presidente di Rondine.

Le ultime news

Dai media CEI