Stai visualizzando:

Teologica

Onorare chi è costretto a fuggire

Non possiamo, con troppa facilità e altrettanta superficialità, considerare immigrati e rifugiati come intrusi che vengono a rubarci il pane o a disturbare la nostra pur legittima quiete. Né è sufficiente versare lacrime sulle loro bare.