Stai visualizzando:

Sociologica

L’attesa si fa speranza

L’attesa si fa speranza

Cosa significa “vegliare”, “attendere”, vivere l’Avvento oggi in un periodo in cui si diffondono chiusure e paure? Ce lo spiega don Luca Facco, direttore della Caritas di Padova.

Occhi aperti e cuore sveglio

Occhi aperti e cuore sveglio

L’altro è un “dono, presenza e messaggio divino, non un intruso da cui guardarsi”. Don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro, ricorda che “un Avvento che si rispetti gusta il sapore della condivisione".

La via della condivisione

La via della condivisione

La povertà degli italiani non si combatte chiudendo le frontiere o il cuore nei confronti dei migranti o di chi “’non è dei nostri’”. Intervista a don Leonardo Di Mauro, responsabile del Servizio per gli interventi caritativi a favore del Terzo mondo.

Poveri, anche di cultura

Poveri, anche di cultura

Dal tema della “povertà educativa”, uno dei nuovi fronti su cui occorre agire per arginare la povertà economica, a quello del reddito di inclusione che “andrebbe rafforzato e non smantellato”. Intervista a Walter Nanni, responsabile dell’Ufficio Studi e Ricerche di Caritas Italiana.  

Un diritto di tutti

Un diritto di tutti

Il binomio salute-migranti rischia di alimentare paure e muri. Bisogna lavorare per rimettere la persona, specialmente se sofferente, al centro. Sempre. Intervista a don Francesco Soddu, direttore della Caritas Italiana.

Sulla pelle e nell’anima

Sulla pelle e nell’anima

Le persone che riescono ad arrivare salve sulle nostre coste portano con sé traumi e ferite indelebili. Intervista a Barbara Massimilla, psichiatra e psicologa, fondatrice e presidente dell’Associazione DUN-Onlus.  

Cambiare passo

Cambiare passo

Serve una "rinnovata alleanza con la terra, che gridi giustizia, sia capace di mettere l’umanità di fronte alle proprie responsabilità e promuova un autentico sviluppo integrale di ogni uomo". Intervista a don Francesco Soddu, direttore della Caritas Italiana.

Esseri umani

Esseri umani

In Italia e in Europa “si sta diffondendo un clima di ostilità e di xenofobia, frutto di una propaganda continua, delle condizioni di disagio in cui una parte della popolazione si trova e soprattutto di una cattiva accoglienza”. Intervista a don Giovanni de Robertis, direttore della Fondazione Migrantes.