testata-liberi-di
Tema del mese :

DONNE


“Non chiudere gli occhi, non chiudere il cuore e non chiudere la mano a chi bussa alle vostre porte”. L’appello di papa Francesco, lanciato da Sofia, in Bulgaria, in occasione del suo 29° viaggio apostolico, risuona in tutta la sua forza anche nel nostro Paese, dove il tema delle migrazioni continua ad essere oggetto di polemiche e strumentalizzazioni politiche.
Nel mese di maggio, tradizionalmente dedicato alla Madonna, abbiamo deciso di puntare l’attenzione sulle donne: a quelle che sono costrette a scappare, che sono vittime di violenze e soprusi, a chi restituisce loro il futuro. Consapevoli, come ricorda il Papa, che “alla scuola di Maria impariamo a stare in cammino per giungere là dove dobbiamo stare: ai piedi e in piedi tra tante vite che hanno perso, o a cui hanno rubato, la speranza”.
don Leonardo Di Mauro, don Francesco Soddu, don Giuseppe Pizzoli,
don Gianni De Robertis e don Bruno Bignami

SEZIONE-SOCIOLOGICA_04

Dalla pancia al cuore

Dalla pancia al cuore
Dalla strumentalizzazione del tema dei migranti al ruolo delle donne nella Chiesa passando per il racconto di un'Italia "diversa da quella che ci vogliono far vedere". Intervista a don Leonardo Di Mauro, responsabile del Servizio nazionale per gli interventi caritativi a favore del terzo mondo.

Spezzare le catene di morte

Spezzare le catene di morte
Comprate e vendute, vittime della guerra, straziate dal dolore, samaritane del nostro tempo. Suor Eugenia Bonetti, presidente di "Slaves no more" dedica un pensiero alle donne e alle madri di oggi.

Per il futuro della Nigeria

Per il futuro della Nigeria
"La questione della migrazione non sarà mai risolta sollevando barriere, fomentando la paura degli altri o negando assistenza". La testimonianza di Jane Frances, studentessa di Rondine.
SEZIONE-AZIONE_04b

Volti e storie della Campagna

Volti e storie della Campagna
A due anni dal lancio dell'iniziativa straordinaria della Cei, un video raccoglie le testimonianze di alcuni degli animatori e dei beneficiari dei 77 progetti avviati in Italia, ma anche nei Paesi di partenza e di transito dei flussi migratori. 

Reagire alla disumanità

Reagire alla disumanità
"Se li guardassimo negli occhi, molti di noi avrebbero compassione di loro”. La testimonianza di Germano Garatto, della Rete Re-Agire, in prima linea nella formazione di operatori e volontari dell'accoglienza.

Stop al traffico di esseri umani: diritto di partire, diritto di restare

Stop al traffico di esseri umani: diritto di partire, diritto di restare
Contribuire a contrastare la tratta degli esseri umani in Senegal e Gambia attraverso azioni di informazione e sensibilizzazione del potenziali migranti su cosa significa emigrare e sui rischi del viaggio verso l'Europa, dalla detenzione alla morte, fornendo anche notizie utili mediante i social network e contenuti nelle lingue locali per favorire una scelta consapevole. È questo l’obiettivo del progetto "Stop …