testata-liberi-di
Tema del mese :

PACE

“So guardare col cuore? So guardare col cuore le persone?”. Sono alcune delle domande che Papa Francesco ha rivolto il primo gennaio, nell’omelia della messa per la 53^ Giornata mondiale della Pace. “Solo se la vita ci sta a cuore sapremo prendercene cura e superare l’indifferenza che ci avvolge”, ha ricordato Bergoglio che ha chiesto “la grazia” di vivere il nuovo anno “col desiderio di prendere a cuore gli altri, di prenderci cura degli altri”. Perché è così che si comincia a pensare all’altro come un fratello e non come ad un nemico; a sentirsi parte di un’unica famiglia; a scorgere, oltre la paura, mani da stringere, sguardi da incrociare, persone da abbracciare. In altre parole, a seminare la pace e a promuovere la dignità di ciascuno. E allora, auguri sinceri: che sia un anno fecondo e fraterno, per tutti!

don Leonardo Di Mauro, don Francesco Soddu, don Giuseppe Pizzoli,
don Gianni De Robertis e don Bruno Bignami
SEZIONE-SOCIOLOGICA_04

La via della condivisione

La via della condivisione
"Occorre avere il coraggio di mettersi in rete, di creare connessioni e di spendersi per un nuovo impegno sociale", sottolinea don Bruno Bignami, direttore dell'Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro.

Oltre l’inganno del “nemico”: dove si rigenera l’umano

Oltre l’inganno del “nemico”: dove si rigenera l’umano
"Il concetto di 'nemico' non è che una gabbia, che produce divisione e lontananza, paura e violenza che alimentano a loro volta un inganno planetario", spiega Franco Vaccari, presidente di "Rondine Cittadella della Pace".

Insieme, per il bene comune

Insieme, per il bene comune
La pace è 'un edificio da costruirsi continuamente', un cammino che facciamo insieme cercando sempre il bene comune”, ha ricordato il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei.
SEZIONE-AZIONE_04b

Al cuore delle periferie pugliesi

Al cuore delle periferie pugliesi
Un ambulatorio mobile offrirà assistenza e cure agli ultimi delle diocesi di Foggia e San Severo.